CREA - Centro di Ricerca e Ambulatori

CREA - Centro di Ricerca E Ambulatori è un progetto di ricerca scientifica e di evoluzione scientifico - culturale per la Fondazione San Sebastiano della Misericordia di Firenze.




Archivio News

news

09/05/2019
IX INFO-DAY CREA - Firenze, 31 Maggio 2019



14/03/2019
Congresso Nazionale SIDiN, Milano 5-7 giugno 2019



07/02/2019
Convegno internazionale Erickson, Rimini 8-9 marzo 2019



24/11/2018
INCLUSIONE E ABILITAZIONE - Roma, 17 dicembre 2018



28/10/2018
1° CN di psichiatria sull'autismo - Catania, 14 dicembre 2018




 
01/10/2009

IL PROGETTO RIABILITATIVO

 
Il modello di riabilitazione per le persone con Disabilità Intellettiva prevede un insieme di interventi volti all'individuazione ed alla valorizzazione delle potenzialità individuali atte al miglioramento della qualità di vita, col minor grado di supporto sostitutivo possibile.
Proponendo per ogni progetto riabilitativo opportunità ed obiettivi plurimi, coordinando i processi di inclusione e di occupazione con la valutazione dei bisogni e con la partecipazione decisionale, si opera affinché le autonomie e le abilità raggiungibili nei diversi ambiti possano tradursi in autonomia della persona nel suo complesso e in abilità di soddisfazione alla vita.
La riabilitazione cognitiva riveste un’importanza fondamentale nel favorire il rafforzamento e in alcuni casi l’introduzione di quelle abilità che, a causa dell’handicap, non si sono sviluppate e consolidate spontaneamente.
Un'attenzione particolare viene data allo sviluppo di abilità che favoriscano l’autonomia e l’integrazione sociale del paziente, quali le abilità domestiche e di cura del luogo di vita, le abilità sociali ed interpersonali, le capacità pre-lavorative e lavorative.
Alla riabilitazione cognitiva sarà importante abbinare una terapia cognitivo-comportamentale che si è rivelata la più efficace nell’intervento sui disturbi comportamentali (aggressività, impulsività, stereotipie, autolesionismo, comportamenti oppositori, ecc.) e mentali (ansia, depressione, psicosi, disturbo ossessivo-compulsivo) associati alla Disabilità Intellettiva.
L’obiettivo finale di tutte le attività del progetto è la produzione di risorse volte al miglioramento della salute delle persone con disabilità intellettiva, con particolare attenzione alla salute mentale dell’adulto. Per tale obiettivo la principale misura di salute è la qualità di vita, intesa come ottimizzazione individuale della relazione fra attribuzione di importanza e percezione di soddisfazione nei vari ambiti di vita con riferimento a tutto l’arco della vita.
Le attività di CREA sono organizzate in quattro gruppi principali interconnessi: clinica, riabilitazione, ricerca e formazione.
Le attività cliniche e riabilitative sono orientate al raggiungimento di alta qualità nelle diverse specialistiche, ma soprattutto alla strutturazione di un intervento multi-disciplinare ed all’ottimizzazione della sua modalità integrativa.


Marco Bertelli