CREA - Centro di Ricerca e Ambulatori

CREA - Centro di Ricerca E Ambulatori è un progetto di ricerca scientifica e di evoluzione scientifico - culturale per la Fondazione San Sebastiano della Misericordia di Firenze.




Archivio News

news

02/04/2021
Consapevolezza 2021 - Diretta Facebook ore 11-13



24/02/2021
Congresso Nazionale SOPSI - 24-27 febbraio 2021



21/09/2020
AUTISMO E DEPRESSIONE POST-COVID - 8 ottobre 2020



05/06/2020
Diretta Facebook - 5 giugno 2020 ore 17.30



30/03/2020
SFIDAUTISMO20 campagna FIA 30 marzo-12 aprile 2020




 
22/09/2012

LA RIABILITAZIONE DEI TRAUMI CRANIO-ENCEFALICI: L'INTERVENTO INTEGRATO NEUROPSICOLOGICO E FISIOTERAPICO

Numerose evidenze scientifiche supportano la scelta di un approccio integrato alla riabilitazione delle lesioni cerebrali acquisite.
I training di stimolazione e di riattivazione delle funzioni cognitive sembrano essere più efficaci se abbinati a un'attività fisica e ad un ambiente ricco di stimoli sensoriali.
La connessione fra attività fisica e cognitiva è stata ripetutamente rilevata e approfondita dalla ricerca scientifica.
L'esercizio fisico moderato, specialmente se di tipo aerobico, può facilitare il recupero cognitivo modulando l'espressione del fattore neurotrofico cerebrale (BDNF) e innescando la rigenerazione cellulare nelle aree ippocampali. È stato dimostrato, prima nell'animale e successivamente anche nell'uomo, che l'esercizio fisico produce un aumento specifico del volume ematico cerebrale del giro dentato, l'unica sottoregione della formazione ippocampale che supporta la neurogenesi (formazione di nuove cellule nervose) in età adulta. Questo cambiamento correla selettivamente con un miglioramento delle funzioni cardiopolmonari e cognitive.
L'attività fisica è anche in grado di migliorare il tono dell'umore e ridurre eventuali sintomi depressivi. Vari studi evidenziano che la neurogenesi ippocampale porta a un aumento della neurotrasmissione colinergica e serotoninergica e a una sottoregolazione dell'effetto inibitorio delle vie GABAergiche. L'attività motoria stimola la codifica di uno specifico fattore neurotrofico, il VGF, in grado di influenzare la plasticità sinaptica e il metabolismo e di regolare i meccanismi molecolari degli antidepressivi.
Se da un lato l'esercizio fisico favorisce l'accrescimento dei precursori neurali, dall'altro l'attività cognitiva e l'apprendimento, che derivano da una intensa stimolazione ambientale, permettono l'ingaggio e la sopravvivenza delle nuove cellule.
In sintesi la ricerca sembra supportare l'impressione di molti clinici che, nella riabilitazione cognitiva di pazienti con lesioni cerebrali acquisite, come quelle da trauma cranio-encefalico o post ischemiche, l'integrazione d'interventi riabilitativi neuropsicologici con interventi fisioterapici possa permettere il raggiungimento di risultati migliori e più rapidi.

BIBLIOGRAFIA

- Angevaren M, Aufdemkampe G, Verhaar HJJ, Aleman A, Vanhees L. (2008) Physical activity and enhanced fitness to improve cognitive function in older people without known cognitive impairment. Cochrane Database of Systematic Reviews, Issue 2. Art. No.: CD005381.
- Cumming TB, Tyedin K, Churilov L, Morris ME, Bernhardt J. (2012). The effect of physical activity on cognitive function after stroke: a systematic review. International Psychogeriatrics 2012; 24(4): 557-567.
- Devine JM, Zafonte RD. (2009) Physical exercise and cognitive recovery in acquired brain injury: A review of the literature. PM&R;1(6):560-575.
- Foscarin, S., Rossi, F., and Carulli, D. (2012). Influence of the environment on adult CNS plasticity and repair. Cell Tissue Res. 349, 161-167.
- Hanssen, H. et al. (2012). Translating the use of an enriched environment poststroke from bench to bedside: study design and protocol used to test the feasibility of environmental enrichment on stroke patients in rehabilitation. Int J Stroke. 7(6):521-6.
- Hunsberger JG, Newton SS, Bennett AH, et al. (2007). Antidepressant Actions of the Exercise-regulated Gene VGF. Nature Medicine. Dec 13(12): 1476-82.
- Kempermann G; Fabel K; Ehninger D et al. (2010). Why and how physical activity promotes experience-induced brain plasticity. Front Neurosci; 4:189.
- Pereira AC, Huddleston DE, Brickman AM, Sosunov AA, Hen R, et al. (2007). An in vivo correlate of exercise-induced neurogenesis in the adult dentate gyrus. Proc Natl Acad Sci USA 104: 5638–5643.
- Pluncevic J. Influence of the physical activity on the cognitive functions with people depending on their age. Med Arh. 2012; 66(4): 271-5.
- Sahay A, Scobie KN, Hill AS, et al. (2011) Increasing adult hippocampal neurogenesis is sufficient to improve pattern separation. Nature. Apr 28; 472(7344): 466-70.
- Van Praag, H.; Shubert, T.; Zhao, C.; Gage, F. (2005). Exercise enhances learning and hippocampal neurogenesis in aged mice. Journal of Neuroscience25(38): 8680-8685.



Gualtiero Reali e Marco O. Bertelli