CREA - Centro di Ricerca e Ambulatori

CREA - Centro di Ricerca E Ambulatori è un progetto di ricerca scientifica e di evoluzione scientifico - culturale per la Fondazione San Sebastiano della Misericordia di Firenze.




Archivio News

news

02/04/2021
Consapevolezza 2021 - Diretta Facebook ore 11-13



24/02/2021
Congresso Nazionale SOPSI - 24-27 febbraio 2021



21/09/2020
AUTISMO E DEPRESSIONE POST-COVID - 8 ottobre 2020



05/06/2020
Diretta Facebook - 5 giugno 2020 ore 17.30



30/03/2020
SFIDAUTISMO20 campagna FIA 30 marzo-12 aprile 2020




 
21/01/2010

Metodi di valutazione della Qualità della Vita del disabile adulto e della sua famiglia

Al termine di un percorso di formazione tenuto dalla Dott.ssa Bianco e dal Dott. Marco Bertelli, il giorno 2 febbraio 2010 si è tenuta a Ficarolo (Rovigo) una giornata di studio sui 'Metodi di Valutazione della Qualità della Vita del Disabile Adulto e della sua Famiglia'. Hanno partecipato come relatori, oltre alla Dr.ssa Bianco e al Dott. Bertelli, il Dott. Alessandro Castellani (Psichiatra, Presidente Associazione Italiana per gli Studi sulla Qualità della Vita, Segretario SIRM), la Prof.ssa Annapia Verri (Specialista in Neuropsichiatria e Neurologia, Dirigente di I livello Istituto Neurologico Mondino di Pavia e Responsabile del Laboratorio di Psicologia Cognitivo-Comportamentale) ed il Dott. Lorenzo Lorenzoni (Psicologo e Psicoterapeuta Istituti Polesani Ficarolo).

Tale giornata di studio, si è proposta di agevolare l'incontro e la cooperazione di varie figure professionali che operano nell'ambito della Disabilità Intellettiva al fine di favorire la definizione di progetti riabilitativi atti al miglioramento della qualità di vita.

Nella mattinata sono state tenute lezioni specialistiche da parte di esperti sul tema della valutazione delle nuove misure di esito orientate alla persona negli interventi sulla disabilità intellettiva, con particolare riferimento all'utilizzo di strumenti di qualità di vita generica e di benessere soggettivo. Una tavola rotonda interattiva ha consentito di approfondire e discutere tutti gli argomenti trattati. Nel pomeriggio i partecipanti sono stati suddivisi in tre gruppi di lavoro, coordinati ed assistiti da professionisti e ricercatori del settore della salute mentale nella disabilità intellettiva.

 La giornata di studio si è conclusa con una discussione in plenaria su quanto prodotto dal lavoro dei gruppi.



Annamaria Bianco