CREA - Centro di Ricerca e Ambulatori

CREA - Centro di Ricerca E Ambulatori è un progetto di ricerca scientifica e di evoluzione scientifico - culturale per la Fondazione San Sebastiano della Misericordia di Firenze.




Archivio News

news

02/04/2021
Consapevolezza 2021 - Diretta Facebook ore 11-13



24/02/2021
Congresso Nazionale SOPSI - 24-27 febbraio 2021



21/09/2020
AUTISMO E DEPRESSIONE POST-COVID - 8 ottobre 2020



05/06/2020
Diretta Facebook - 5 giugno 2020 ore 17.30



30/03/2020
SFIDAUTISMO20 campagna FIA 30 marzo-12 aprile 2020




 
03/01/2016

SI FA PRESTO A DIRE ASPERGER!

All'inizio degli anni 40 Leo Kanner e Hans Asperger descrissero quasi contemporaneamente due nuove tipologie di giovani pazienti, con caratteristiche simili. Kanner definì i suoi casi come affetti da “disturbi autistici del contatto affettivo”, caratterizzati da tendenza estrema alla solitudine, desiderio ossessivo di mantenere l’ambiente immodificato ed ecolalie, lo psichiatra e pediatra austriaco Hans Asperger descrisse anch'egli bambini connotati da grave difficoltà di relazione, ma con maggiori abilità intellettive e talora goffaggine motoria di quelli osservati da Kanner.
Tale distinzione mantiene vivo ancor oggi un acceso dibattito scientifico, soprattutto quando vengono prese in considerazione all'interno dei disturbi dello spettro autistico le differenze del ritardo del linguaggio e della goffaggine motoria per distinguere fra forme a basso e alto funzionamento.
Il termine “spettro”, utilizzato originariamente da Isaac Newton per descrivere l'infinita gamma di colori in cui si scomponeva un raggio di luce che attraversasse un prisma di vetro, è stato applicato negli ultimi quindici anni all'autismo a seguito del riscontro da parte di clinici e ricercatori di un'estrema variabilità della sintomatologia, ben superiore all'iniziale distinzione di Asperger rispetto alle forme descritte da Kanner. Per tale motivo gli estensori dell'ultima versione del Manuale Statistico e Diagnostico americano dei Disturbi Mentali (DSM-5) hanno riunito tutti i vecchi disturbi pervasivi dello sviluppo, includenti anche la Sindrome di Asperger (SA), in un'unica categoria diagnostica denominata Disturbo dello Spettro Autistico. In questo continuum dimensionale le differenziazioni principali riguardano il funzionamento.
Nonostante ciò, gli esperti del settore continuano a discutere se esistano delle peculiarità per la SA, anche rispetto all'Autismo ad Alto Funzionamento (AAF), in cui il quoziente intellettivo è uguale o superiore a 70, e se queste specificità consistano più in un profilo complesso d'abilità o semplicemente in un quoziente intellettivo più alto. Alcuni studi hanno indagato le differenze nel ritardo dello sviluppo del linguaggio, rilevandone un valore relativo, visto che tendono ad annullarsi col progredire verso l'adolescenza. Altre ricerche hanno riscontrato profili neuropsicologici diversi, con punteggi di QI verbale più alti rispetto a quelli di performance nella SA e proporzioni contrarie nell'AAF.
Una recente meta-analisi di 52 studi, condotta da ricercatori della Columbia University, ha rilevato che le persone con SA ottengono punteggi significativamente più alti di QI totale, verbale e di performance delle persone con AAF. Lo studio ha confermato punteggi maggiori del QI verbale rispetto al QI di performance nella SA, mentre non sono state individuate differenze significative nell'AAF. Gli autori concludono che i due gruppi costituiscono sottotipi differenti di autismo.
Altre autorevoli ricerche, basate su altri test neuropsicologici, non hanno invece evidenziato differenze sostanziali. Uno studio pubblicato del 2014, condotto dal King’s College di Londra in collaborazione con l’Autism Research Centre dell’Università di Cambridge e con l’Autism Research Group dell’Università di Oxford, ha valutato la processazione delle emozioni, la teoria della mente, il linguaggio (memoria fonologica), la memoria di lavoro, la coerenza centrale e la destrezza manuale. Oltre a non rilevare differenze fra i due gruppi, questo studio non ha riscontrato in generale associazioni significative tra prestazioni cognitive e gravità della sintomatologia autistica.

RIFERIMENTI

- Chiang HM, Tsai LY, Cheung YK, et al. A meta-analysis of differences In iq profiles between individuals with Asperger's disorder and high-functioning autism. J Autism Dev Disord. 2014 Jul; 44(7):1577-96.
- Eisenmajer R, Prior M, Leekam S, et al. Delayed language onset as a predictor of clinical symptoms in pervasive developmental disorders. J Autism Dev Disord. 1998 Dec;28(6):527-33.
- Ghaziuddin M & Mountain-Kimchi K. Defining the intellectual profile of Asperger‘s syndrome: Comparison with high-functioning autism. Journal of Autism and Pervasive Developmental Disorders. 2004, 34, 279-284.
- Ghaziuddin M, & Mountain-Kimchi K. . Defining the intellectual profile of Asperger syndrome: Comparison with high-functioning autism. Journal of Autism and Developmental Disorders, 2004;34: 279-284.
- Howlin P. Outcome in high-functioning adults with autism with and without early language delays: implications for the differentiation between autism and Asperger syndrome. J Autism Dev Disord. 2003 Feb;33(1): 3-13.
- Klin A, Volkmar FR, Sparrow SS, et al. Validity and neuropsychological characterization of Asperger syndrome: convergence with nonverbal learning disabilities syndrome. J Child Psychol Psychiatry. 1995 Oct;36(7): 1127-40.
- Koyama T, Tachimori H, Osada H, et al. Cognitive and symptom profiles in Asperger’s syndrome and high-functioning autism. Psychiatry and Clinical Neurosciences, 2007;61: 99-104.
- Lincoln AJ, Courchesne E, Kilman BA et al. A study of intellectual abilities in high-functioning people with autism. Journal of Autism and Developmental Disorders, 1995;18: 505-524.
- Ozonoff S, Rogers SJ, Pennington BF. Asperger's syndrome: evidence of an empirical distinction from high-functioning autism. J Child Psychol Psychiatry. 1991 Nov;32(7): 1107-22.
- Planche P, & Lemonnier E. Children with high-functioning autism and Asperger’s syndrome: Can we differentiate their cognitive profiles? Autism Spectrum Disorders, 2012;6: 939-948.
- Tony Attwood. Is There a Difference Between Asperger's Syndrome and High-Functioning Autism. http://www.tonyattwood.com.au/index.php/publications/by-tony-attwood/new-resource-papers/ (u.v. 2/1/16)
- Wilson CE, Happé F, Wheelwright SJ, et al. The neuropsychology of male adults with high-functioning autism or asperger syndrome. Autism Res. 2014 Oct;7(5):568-81.



Annamaria Bianco e Marco O. Bertelli