CREA - Centro di Ricerca e Ambulatori

CREA - Centro di Ricerca E Ambulatori è un progetto di ricerca scientifica e di evoluzione scientifico - culturale per la Fondazione San Sebastiano della Misericordia di Firenze.




Archivio News

news

02/04/2021
Consapevolezza 2021 - Diretta Facebook ore 11-13



24/02/2021
Congresso Nazionale SOPSI - 24-27 febbraio 2021



21/09/2020
AUTISMO E DEPRESSIONE POST-COVID - 8 ottobre 2020



05/06/2020
Diretta Facebook - 5 giugno 2020 ore 17.30



30/03/2020
SFIDAUTISMO20 campagna FIA 30 marzo-12 aprile 2020




 
17/07/2010

IL PROGETTO INSTORIA

Le persone con Disabilità Intellettiva (DI) hanno esperienze di vita e di transizione, da una fase della vita ad un'altra, sostanzialmente diverse, in numero e qualità, da quelle della popolazione generale. Sono più soggette ad eventi negativi, soprattutto perdite, rifiuti e trasferimenti.
Fino ad oggi gli studi hanno riguardato principalmente gli eventi negativi e traumatici, confermando l’ipotesi di una correlazione fra questi e la genesi di sindromi psichiatriche. Non è stata indagata la parta più ampia della gamma esperienziale umana. Gli eventi negativi e traumatici si riferiscono a situazioni tragiche e oggettivamente scioccanti, mentre gli Eventi di Vita (EV) comprendono tutte le situazioni dell’esistenza che hanno un valore emotivo individuale.
Le evidenze preliminari degli studi del gruppo di ricerca di CREA, basato sull’utilizzo di uno strumento denominato ISTORIA, indicano che le persone con DI hanno una modalità di risposta agli EV non troppo lontana da quella della popolazione generale. Paragonati agli adulti con problemi psichiatrici ma senza DI, quelli con Doppia Diagnosi (DD: DI + disturbo psichiatrico) sembrano avere stimolazioni ambientali peggiori, trasferimenti più numerosi e disturbi psichiatrici o comportamentali più precoci. Gli adulti con sola DI sembrano avere minore familiarità neuro-psichiatrica e più interessi di vita degli adulti con DD.

ISTORIA è un questionario che indaga retrospettivamente varie dimensioni esistenziali e cliniche. Viene somministrato in forma di intervista semistrutturata alla persona con DI, oppure ad un suo familiare o prestatore abituale d’assistenza, o, quando possibile, ad entrambe le persone. Lo strumento raccoglie e organizza informazioni rispetto alle seguenti aree: Famiglia, Appartenenza Sociale Extrafamiliare, Luoghi di Vita, Interessi, Storia Clinica, Eventi Stressanti.

Per le sue importanti implicazioni epistemologiche, epidemiologiche, cliniche e terapeutiche, la ricerca in questo ambito merita sicuramente ulteriori contributi. Un problema irrisolto è se gli EV siano fattori di rischio o fattori scatenanti. Altri interrogativi principali riguardano la sfera dell'affettività, l'accelerazione del fisiologico scadimento cognitivo nei soggetti anziani, le vulnerabilità relative alle fasi di transizione, ai cambiamenti ed agli eventi di vita, la primarietà o la secondarietà rispetto allo sviluppo di disturbi psichiatrici e di altre condizioni mediche.
Il progetto INSTORIA (Indagine Nazionale Storiografica Organizzata per il Ritardo Intellettivo Adulto) prende origine da queste necessità.

RIFERIMENTI

- Bertelli M., La Malfa GP., Giambalvo Dal Ben G, Monchieri S. Life experiences and additional transition in id: an italian survey. Atti del XIV Congresso Mondiale dell’Associazione Mondiale di Psichiatria, Journal of Czech and Slovak Psychiatry, 2008, 104, 2: 234
- Cooper SA, Smiley E, Morrison J, Williamson A, Allan L. Mental ill-health in adults with intellectual disabilities: prevalence and associated factors. British Journal of Psychiatry 2007;190:27-35
- Hamilton D., Sutherland G., Iacono T. Further examination of relationships between life events and psychiatric symptoms in adults with intellectual disability. Journal of Intellectual Disability Research, 2005; v49(11) p. 839-844
- Hastings R.P., Hatton C., Taylor J.L., et al. Life events and psychiatric symptoms in adults with intellectual disabilities. Journal of Intellectual Disability Research, 2004, vol. 48 (1), pp. 42-46
- Leonard H, Petterson B, Bower C, Sanders R. Prevalence of intellectual disability in Western Australia. Paediatric and Perinatal Epidemiology 2003;17(1):58-67
Martorell A. and Tsakanikos E. Traumatic experiences and life events in people with intellectual disability. Current Opinion in Psychiatry. 2008; 21(5):445-448
- Montobbio E. (a cura di). Il falso sé nell’handicappato mentale. Del Cerro, 1999, Pisa
- Patti PJ, Amble KB, Flory MJ. Life events in older adults with intellectual disabilities: differences between adults with and without down syndrome. Journal of Policy and Practice in Intellectual Disabilities, 2005, Volume 2 Issue 2, Pages 149-155
- Salvador-Carulla L, Rodríguez-Blázquez C, Rodríguez de Molina M, Pérez-Marín J, Velázquez R: Hidden psychiatric morbidity in a vocational programme for people with intellectual disability. Journal of Intellectual Disability Research, 2000; 44: 147–154.



Marco Bertelli