CREA - Centro di Ricerca e Ambulatori

CREA - Centro di Ricerca E Ambulatori è un progetto di ricerca scientifica e di evoluzione scientifico - culturale per la Fondazione San Sebastiano della Misericordia di Firenze.




Archivio News

news

13/06/2018
VIII Info Day CREA, Firenze 14 giugno 2018



01/12/2017
Disabilità Intellettiva e farmaci - Bologna, 14 dicembre 2017



30/11/2017
Insediato il nuovo Osservatorio Nazionale Disabilità



02/10/2017
I congresso nazionale Centri DAMA - Milano, 6 ottobre 2017



08/08/2017
XII Convegno Nazionale Qualità di Vita, Milano 11-12 settembre 2017



28/05/2012

LA RIABILITAZIONE NEUROPSICOLOGICA POST-TRAUMATICA: UN SERVIZIO DI UTILITÀ CRESCENTE

AMG della Misericordia di Firenze attiva presso il polo clinico-scientifico del Sansovino un nuovo ambulatorio di riabilitazione neuropsicologica delle disfunzioni cognitive post-traumatiche. Il servizio sostenuto dal CREA rappresenta una prima risposta ad un problema ampiamente diffuso nel contesto sociale odierno.


Alessio Faralli, Sara Filippelli e Marco O. Bertelli
01/10/2009

IL PROGETTO RIABILITATIVO

Il modello di riabilitazione  per le persone con Disabilità Intellettiva prevede un insieme di interventi volti all'individuazione ed alla valorizzazione delle potenzialità individuali atte al miglioramento della qualità di vita, col minor grado di supporto sostitutivo possibile.

L’obiettivo finale di tutte le attività del progetto è la produzione di risorse volte al miglioramento della salute delle persone con disabilità intellettiva, con particolare attenzione alla salute mentale dell’adulto. Per tale obiettivo la principale misura di salute è la qualità di vita, intesa come ottimizzazione individuale della relazione fra attribuzione di importanza e percezione di soddisfazione nei vari ambiti di vita con riferimento a tutto l’arco della vita.

Tra le attività di CREA, organizzate in quattro gruppi principali interconnessi: clinica, riabilitazione, ricerca e formazione, quelle cliniche e riabilitative sono orientate al raggiungimento di alta qualità nelle diverse specialistiche, ma soprattutto alla strutturazione di un intervento multi-disciplinare ed all’ottimizzazione della sua modalità integrativa.

Marco Bertelli