CREA - Centro di Ricerca e Ambulatori

CREA - Centro di Ricerca E Ambulatori è un progetto di ricerca scientifica e di evoluzione scientifico - culturale per la Fondazione San Sebastiano della Misericordia di Firenze.




Archivio News

news

14/03/2019
Congresso Nazionale SIDiN, Milano 5-7 giugno 2019



07/02/2019
Convegno internazionale Erickson, Rimini 8-9 marzo 2019



24/11/2018
INCLUSIONE E ABILITAZIONE - Roma, 17 dicembre 2018



28/10/2018
1° CN di psichiatria sull'autismo - Catania, 14 dicembre 2018



25/10/2018
SIMPOSIO SIDiN nel CN SIP 2018 - Torino 15 ottobre 2018




 

24/11/2018

Le persone con autismo, anche con alto bisogno di supporto, hanno aree di abilità che possono essere valorizzate attraverso la pianificazione di interventi che inizino molto precocemente. Gli ambienti della scuola e del lavoro sono i luoghi che facilitano l’inclusione dell’individuo, emancipano ed educano la comunità ai temi della convivenza. Il presente convegno ha lo scopo di sensibilizzare il territorio, gli enti istituzionali, le imprese, le associazioni, al riconoscimento del valore dell’inclusione come strumento di innovazione delle reti sociali e produttive e di autodeterminazione delle persone con disabilità. Le persone con autismo e le loro famiglie hanno il diritto di assumere un ruolo di governance nei processi di cura come afferma la Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità e ratifica l’Italia con la Lg 18 del 2009, e come definisce il “Progetto Abilitativo Individuale” all’articolo 14 della Legge 328 del 2000. Il convegno pone l’attenzione sulla necessità di costruire collaborazioni inter-istituzionali declinabili a livello territoriale che coinvolgano anche le associazioni di interesse, i cittadini, il mondo del lavoro affinché i progetti abilitativi individuali si sviluppino in ambienti di vita quotidiana consapevoli e competenti, evitando la frammentazione dei dispositivi assistenziali, promuovendo comunità inclusive e la qualità della vita delle persone con autismo. Il convegno risponde all’obiettivo di sensibilizzazione sui temi di inclusione sociale e lavorativa specifici del progetto “Il progetto individuale e l’inclusione lavorativa e sociale di persone con autismo con bisogno di supporto intensivo. Abilitazione permanente, miglioramento della qualità della vita, emancipazione della comunità”. L’obiettivo generale del convegno è quello di sottolineare l’importanza di una progettazione individuale e integrata della rete dei sostegni per le persone disturbi dello sviluppo intellettivo e dello spettro autistico ponendo anche l’attenzione sulla necessità di costruire collaborazioni inter-istituzionali declinabili a livello territoriale che siano sostegno dei percorsi individuali e promuovano comunità inclusive e la qualità della vita delle persone con disabilità intellettiva o autismo.

INFORMAZIONI GENERALI
Sede: Istituto Superiore di Sanità, Aula Pocchiari
Ingresso: Viale Regina Elena. 299 - Roma
Destinatari dell’evento e numero massimo di partecipanti
Il convegno è destinato al personale di enti ed istituzioni sanitarie e di ricerca interessato a i progetti abilitativi individuali per le persone con disturbi dello sviluppo intellettivo e dello spettro autistico.
Saranno ammessi un massimo di 200 partecipanti.
Modalità di iscrizione
La domanda di partecipazione, disponibile alla pagina www.iss.it, sezione Convegni, deve essere debitamente compilata, stampata, firmata e inviata via fax 06 4957821, oppure digitalizzata ed inviata per e-mail alla Segreteria Organizzativa (luca.felici@iss.it; elisabetta.gambini@iss.it) entro il 14 dicembre 2018.
La partecipazione all’evento è gratuita. Le spese di viaggio e soggiorno sono a carico del partecipante.
Ai fini dell’accreditamento ECM, all’atto dell’iscrizione è indispensabile fornire il codice fiscale ed indicare professione e disciplina sanitaria.
Modalità di verifica dell’apprendimento
Al termine del convegno, è prevista una prova di verifica dell’apprendimento, che consisterà in una prova scritta. Tale prova è obbligatoria per i soli partecipanti accreditati. Inoltre, verrà somministrato un questionario di gradimento dell’evento.
Crediti formativi ECM
È previsto l’accreditamento ECM per tutte le figure professionali.
Come prescritto dalla normativa ECM, per ricevere i crediti i partecipanti dovranno garantire la presenza in aula per almeno il 90% della durata dell’evento, completare con un successo minimo del 75% la prova di verifica dell’apprendimento e riconsegnare compilato il questionario ECM di valutazione dell’evento.
L’effettiva partecipazione al percorso formativo verrà rilevata mediante firma in ingresso e in uscita dell’apposito registro presenze.